Mie care mamme

Mie care mamme, miei cari papà,
tutti vi stringo al cuore con infinito amore. lo conosco di voi le fatiche, il generoso offrire dei vostri figli, le mortificazioni, i silenzi e le lacrime, come conosco di voi l’orgoglio che provate nel vedere questi figli crescere come fiori nel sole, sorridervi, cercarvi e amarvi.
E quante volte leggo nei vostri volti la sofferenza di una silenziosa stanchezza!
Per tutta questa grazia vi amo, vi benedico, vi offro al Signore, cosi come siete, santi e tenaci nel mistero della vostra paternità, della vostra maternità.
E a voi, creature mie nel Signore, a voi che frequentate questa scuola, tutto il mio saluto d’Amore.
ln questo periodo di studi vivete la potenza dell'Amore e della Verità e sovente l’affermate.
Non solo, ma avete compreso la meraviglia del dono che il Signore e i vostri genitori vi hanno offerto: la vita! E ringraziate per questo, ma con l'impegno da parte vostra che esso sarà benedizione e coraggio.
Nella fede del vostro e mio Signore, portate l’Amore, l’Amore che crea, che consola, che vince, pur quando sembra tutto perduto e come vivido sangue scorre nelle vostre vene a testimonianza di Verità.
Un saluto anche a voi, creature della Comunità "Matteo XXV": portate lo spirito di questa Comunità nel mondo. Nelle vostre vene palpiti un cosi vivido sangue da bruciare, vivificare, rinnovare ogni altra vena di fratello che chiama. Non abbiate stanchezza, non abbiate paura, ma solo e sempre la certezza che Gesù è con voi. Nulla vi mancherà mai purchè lo chiediate in Suo nome. Insidie, incomprensioni, solitudine vi porteranno ferite: nel|’Eucarestia, unica fonte di vita, troverete la Verità.

La vostra Madre