foto_01.jpgfoto_02.jpgfoto_03.jpg

Le nostre sedi

foto 002La nostra sede principale è a Roma, in Via dei Carraresi 1/3, nel quartiere Bravetta.

Si tratta di un complesso di edifici e strutture ampio e accogliente, ove trovano posto le diverse attività: la Scuola, i servizi ai poveri e ai bisognosi e l'alloggio della Comunità delle suore.

L'edificio principale è rappresentato da un villino costruito negli anni '40, che ospita numerose aule per le diverse classi – dalla Scuola dell'infanzia a quella Secondaria – e gli alloggi delle suore. Vi sono ubicate anche le sale mensa (in grado di ospitare circa 200 bambini e ragazzi) e una spaziosa cappella ove quotidianamente viene celebrata la S. Messa.

foto 006Nelle mattinate dei giorni festivi la celebrazione vede la partecipazione di un folto gruppo di persone che così, oltre al nutrimento fisico e ai servizi che vengono loro offerti, hanno anche un'occasione di sostegno spirituale, grazie anche alla presenza di sacerdoti preparati e sempre disponibili.

La S. Messa domenicale è una celebrazione festosa, un vero punto d'incontro di persone di lingua e cultura diverse, e di diversi colori della pelle, ma profondamente unite nell'amore che si irradia dall'altare. In particolari occasioni (come, ad esempio, all'inizio dell'anno scolastico) la celebrazione si svolge nell'ampio parco che circonda l'edificio, con una larga partecipazione di studenti e dei loro genitori, di poveri e di coloro che li assistono: è una grande festa, che arricchisce tutti coloro che vi partecipano.foto 007

Nel parco, inoltre, trovano posto altre strutture:

un accogliente fabbricato che ospita i servizi igienici (WC e docce), il guardaroba ove sono distribuiti i capi di vestiario e lo studio medico ove viene prestata l'assistenza;

un grande tendone che ospita la sala mensa per gli assistiti;

una spaziosa cucina per la preparazione dei pasti;

un campo sportivo polivalente per le attività sportive della Scuola.

La sensazione che si prova entrando in questo complesso, pur adiacente a una strada trafficata quale è Via Bravetta, è di serenità e pace, grazie anche alla ricchezza di verde, ai fiori sempre presenti e curati, e a tanti piccoli accorgimenti che vogliono trasmettere a chi entra un senso di accoglienza e di amore.

Le sedi in Umbria

foto 004bLa nostra Congregazione gestisce e anima altre due strutture, situate in Umbria, rispettivamente a Cerreto di Spoleto (PG) e a Bevagna (PG).

La sede di Cerreto è posta in posizione dominante, subito fuori dal paese, e gode di una posizione eccezionale, con un panorama stupendo. Vi trovano posto numerose aule modernamente attrezzate, oltre che diverse camere che offrono la possibilità di pernottamento.

In tale sede è attualmente attiva una Scuola dell'infanzia, frequentata da un nutrito gruppo di bambini del posto e delle località limitrofe.

foto 004La sede di Bevagna, invece, trova posto in un antico fabbricato posto nel centro del paese, e caratterizzato da una struttura di notevole pregio architettonico. anche qui non mancano le aule e locali polifunzionali, e anche qui è attiva una assai frequentata Scuola dell'infanzia.

Grazie a queste sedi, è possibile organizzare ogni anno delle piacevoli e frequentatissime vacanze per i ragazzi che frequentano la Scuola di Roma, che trovano così un'altra utile occasione di fraternizzare e imparare cose nuove, in un contesto di attenzione alle esigenze di ciascuno.

La scuola e le attività per i giovani

foto 002Per i bambini e per i ragazzi oggi opera, nella sede di Via dei Carraresi, una scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado, legalmente riconosciuta come paritaria.

E' una struttura efficiente, dotata di ogni attrezzatura e aperta a tutti, indipendentemente dalle loro condizioni sociali o dalle loro possibilità economiche.

L'edificio ove la scuola opera è dotato delle più moderne ed efficienti infrastrutture didattiche. Inoltre è dotato di ampi spazi verdi e di un campo sportivo polivalente.

E' inoltre fornito un servizio di mensa particolarmente curato e apprezzato dai bambini e ragazzi che ne usufruiscono.

Comune a tutto il percorso scolastico è la ricerca di valori educativi che privilegiano la responsabilità, la generosità e l'integrazione, pur nello sviluppo di un senso critico che aiuti i ragazzi nella vita ad operare scelte coscienti.

Il filo conduttore di questo percorso è rappresentato dai valori insiti nella fede cristiana e negli insegnamenti evangelici. Ciò tuttavia è fatto nel pieno rispetto di fedi e convinzioni diverse trasmesse ai ragazzi dalle loro famiglie, con le quali il colloquio è continuo e sempre costruttivo

Infatti frequentano attualmente la scuola, accanto ai ragazzi italiani, ragazzi di ogni etnia e condizione sociale, che trovano così un ambiente che ne favorisce l'integrazione nel tessuto sociale, in una prospettiva di sviluppo di personalità validamente integrate nel contesto italiano.

foto 004Sono molto sviluppate le attività extrascolastiche, ovviamente differenziate in base alle età, che vanno dai corsi di lingua straniera a quelli di informatica, da attività artistiche (pittura, danza, musica, teatro,...) ad attività sportive.

Da segnalare, in particolare, il corso di lingua italiana per i bambini e i ragazzi stranieri, per integrare al meglio i figli di immigrati che si trovano nella fase iniziale di inserimento sociale, e quindi anche linguistico.

Le rette che vengono richieste sono, nella sostanza, a libera offerta. Anche nei casi di particolare generosità, esse non si avvicinano neppure lontanamente a quelle normalmente applicate nelle scuole private, sia religiose che laiche. Ciò vale anche per i pasti – quotidianamente ne vengono serviti circa 200 – e per le attività extrascolastiche.

Le principali informazioni sui tre ordini scolastici offerti sono qui riportate:

Per ogni ulteriore informazione e per le iscrizioni è disponibile, in orario scolastico, la Segreteria al n. telefonico 066638795.

La scuola dell'infanzia

foto 003La scuola dell'infanzia (ex "scuola materna") si indirizza ai bambini in età prescolare, ossia sino ai 6 anni.

L'obiettivo didattico e formativo di fondo è quello di assicurare:

  • la promozione integrale della personalità dei bambini, e
  • la formazione di bambini liberi, responsabili e attivamente partecipi alla vita della comunità.

I percorsi da seguire tengono conto dell'età dei bambini e del loro passato scolastico; si individuano, pertanto, due livelli di sviluppo:

  • il livello che il bambino raggiunge a tre anni
  • il livello che raggiunge a sei anni.

Su tali basi, nella scuola operano diverse sezioni opportunamente differenziate.

L'interazione affettiva, tuttavia, rimane il principale contesto entro il quale il bambino costruisce e sviluppa le sue relazioni sociali e i suoi schemi conoscitivi.

Gli obiettivi formativi possono raggrupparsi in quattro principali categorie:

  • la formazione di una coscienza civile per favorire la partecipazione a eventi significativi della vita sociale e della comunità, e per contribuire a formare uomini e donne di sano senso critico, capaci di realizzare scelte responsabili;
  • lo sviluppo delle capacità critiche per fruire in modo attivo e critico dei messaggi diretti e indiretti che i media e la società propongono, e per operare scelte e atteggiamenti responsabili;
  • la promozione e sviluppo di un'educazione per promuovere l'autonomia intesa come capacità di riconoscere ed esprimere emozioni e sentimenti, collaborando allo spirito di amicizia per la conquista di un'equilibrata e corretta identità;
  • la promozione di una cultura incentrata sul rispetto e tutela dell'ambiente, favorendo l'osservazione e l'esplorazione per argomentare e spiegare eventi e ambienti e sviluppando la capacità di riflettere e argomentare sulle risorse naturali e sulle problematiche ad esse inerenti.

Tra le attività integrative si segnalano il "Progetto Armonia", per dare al bambino il gusto e l'amore per la musica, l'insegnamento della lingua inglese, in maniera ludica e creativa, e il Laboratorio mimico gestuale, per stimolare pienamente la creatività innata in ogni bambino.

L'orario della scuola è dalle 8.00 alle 14.00, ma su richiesta viene esteso sino alle 16.30 e, sempre su richiesta, viene offerto il servizio di pre-scuola e di post-scuola.

La scuola primaria

foto 000La scuola primaria (ex "scuola elementare") "Giulio Salvadori" opera, come scuola legalmente riconosciuta come paritaria, nella linea e secondo le normative emanate dal Ministro per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca.

Le materie di studio e le modalità didattiche, così come le caratteristiche del corpo docente, sono quindi quelle dettate da tali normative.

In tale quadro, gli obiettivi formativi, in continuità con quelli già perseguiti nella scuola dell'infanzia, possono raggrupparsi in cinque principali categorie:

  • la formazione di una coscienza civile per contribuire a formare uomini e donne di sano senso critico, capaci di realizzare scelte responsabili, per sviluppare la capacità di comprendere i bisogni degli altri e per sviluppare le capacità di integrazione e partecipazione attiva a un sistema di relazioni sociali sempre più vasto e complesso;
  • lo sviluppo delle capacità critiche per comunicare ed esprimere l'esperienza di sé , per potenziare capacità di pensiero e senso critico nonché creatività e autonomia di giudizio, e per operare scelte e atteggiamenti responsabili;
  • la promozione e sviluppo di un'educazione alla tolleranza per educare al pluralismo ideologico e culturale, per stimolare la riflessione sulle regole e norme della vita associata e per educare alla convivenza civile, alla cooperazione e alla solidarietà nazionale e internazionale;
  • la promozione di una cultura incentrata sul rispetto e tutela dell'ambiente per suscitare interesse per un corretto rapporto ecologico uomo/ambiente, per sviluppare la capacità di riflettere sulle risorse naturali e le problematiche ad esse inerenti, e per saper confrontare i diversi ambienti e comprendere l'ampiezza del sistema e delle relazioni che lo coinvolgono e lo condizionano;
  • la formazione di una coscienza e concezione del lavoro, inteso come strumento di autorealizzazione e di crescita del benessere sociale, per acquisire la consapevolezza dell'impegno personale inteso come valore per la crescita del benessere sociale, operando in una società in trasformazione, nella quale ogni persona sappia affrontare con chiarezza le diverse situazioni.

Tra le numerose attività integrative portate avanti si segnalano:

  • il progetto teatrale, che si propone di sviluppare la creatività innata in ogni bambino e di favorire una corretta dizione e l'acquisizione della sicurezza e della fiducia in sé, in una dinamica di "gioco" e di "divertimento";foto 008
  • il progetto musicale, che propone un percorso che va dal riconoscimento dei quattro parametri musicali (altezza, timbro, intensità e ritmo) all'esplorazione della voce, al canto individuale e in gruppo, alla produzione di suoni e ritmi attraverso l'uso di strumenti musicali;
  • il progetto informatica, per avvicinare i bambini al mondo della multimedialità, all'uso degli strumenti informatico per la creazione di documenti, immagini e ipertesti;
  • il progetto lettura, per suscitare il gusto della lettura e potenziare il lessico, le capacità espressive e la capacità di giudizio;
  • il progetto lingua inglese, con l'obiettivo di far apprendere la lingua in forma ludica e creativa al fine di comunicare con gli altri, e con un'attività aggiuntiva di potenziamento e approfondimento della lingua inglese;
  • il progetto continuità, con lo scopo di porre in relazione di continuità la scuola dell'infanzia con quella primaria, e quest'ultima con la scuola secondaria di primo grado, offrendo momenti di lavoro comune e di scambio di esperienze, per garantire una maggiore socializzazione e integrazione tra gli alunni dello stesso ambiente scolastico.

Una serie di momenti d'incontro e di confronto con i genitori sono organizzati nel corso dell'anno. I colloqui periodici individuali con i genitori avvengono mensilmente in orario extra scolastico.

La scuola offre, ai bambini di tutte le classi,la possibilità di partecipare ai progetti suddetti, stimolando e intensificando il confronto e la conoscenza creativa che si sviluppa nelle diverse età.

La scuola secondaria di primo grado

ragazzi 003La scuola secondaria di primo grado (ex "scuola media") opera, come scuola legalmente riconosciuta come paritaria, nella linea e secondo le normative emanate dal Ministro per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca.

Le materie di studio e le modalità didattiche, così come le caratteristiche del corpo docente, sono quindi quelle dettate da tali normative.

In tale quadro, gli obiettivi formativi, in continuità con quelli già perseguiti nella scuola primaria, possono raggrupparsi in cinque principali categorie:

  • la formazione di una coscienza civile per promuovere una presa di coscienza del proprio atteggiamento/comportamento per una maggiore responsabilizzazione sociale, per favorire una maggiore consapevolezza del significato dei rapporti sociali, per sviluppare la coscienza dei propri diritti e doveri come necessità pratica e morale, e per sviluppare la volontà di partecipazione e la capacità di collaborazione;
  • lo sviluppo delle capacità critiche per sviluppare una progressiva consapevolezza del proprio io individuando i propri limiti e le proprie qualità, per promuovere il riconoscimento delle individualità altrui e per acquisire un atteggiamento equilibrato e indipendente nei confronti degli altri;
  • la promozione e sviluppo di un'educazione alla tolleranza per promuovere una responsabile solidarietà verso i compagni, soprattutto quelli in difficoltà, e per sviluppare la capacità di accettare idee diverse dalle proprie e sensibilizzarsi ai problemi presenti nel mondo contemporaneo;
  • la promozione di una cultura incentrata sul rispetto e tutela dell'ambiente per sviluppare una conoscenza dell'ambiente e delle relazioni all'interno di esso, sviluppando una coscienza ecologica nel rispetto delle risorse naturalistiche da difendere e promuovendo strategie d'intervento sull'ambiente;
  • la formazione di una coscienza e concezione del lavoro, inteso come strumento di autorealizzazione e di crescita del benessere sociale, sviluppando le capacità di riconoscere le proprie attitudini spendibili nel proseguimento degli studi, acquisendo la capacità di utilizzare le nuove tecnologie informatiche e potenziando la conoscenza e l'uso della lingua straniera, aprendosi a una prospettiva europea.

ragazzi 004Da tali obiettivi formativi comuni ai tre anni di corso vengono desunti gli obiettivi trasversali calibrati sulle caratteristiche degli alunni nelle diverse classi e parametri di osservazione comuni a tutte le discipline.

Gli obiettivi trasversali sono, quindi, suddivisi in relazione all'anno di corso e concorrono alla valutazione complessiva dell'alunno, sia dal punto di vista didattico che formativo, espressa nel giudizio globale contenuto nella scheda quadrimestrale.

Tra le attività integrative portate avanti si segnalano:

  • l'attività di cineforum, che ha l'obiettivo di sviluppare:
    • fruizione e decodificazione del linguaggio filmico e discussione sulle tematiche proposte
    • conoscenza delle tecniche filmiche e di dialogo, dell'uso dei coesivi e dei connettivi; conoscenza delle tecniche narrative: i punti di vista, il narratore, la divisione in sequenze
    • acquisizione delle competenze atte a discutere e approfondire i temi proposti, e a saper produrre racconti sui personaggi e sulle situazioni
  • il laboratorio ambientale, relativo alle materie Italiano, Geografia e Scienze, che ha la finalità di sviluppare le conoscenze riguardanti l'ambiente sia in senso ecologico – naturalistico – geografico, sia della propria realtà territoriale e delle tematiche legate al rispetto dell'ambiente, quali i processi produttivi e il riciclaggio

ragazzi 012Vengono inoltre svolte tutta una serie di altre attività: progetto di alfabetizzazione informatica, assistenza ai compiti, pallacanestro, corsi di danza e di musica.

Open Day 2013

PosterOpenDay2013 350x253b

 

Sabato 16 febbraio 2013 si è tenuto l'Open Day 2013 della nostra Scuola, articolata in Scuola dell'Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di Primo Grado.

Numerosi genitori hanno così potuto incontrare gli insegnanti e visitare i locali scolastici.

Particolarmente significativa la presenza di cittadini di Paesi esteri, ai quali la Scuola offre da sempre un concreto aiuto per l'integrazione dei propri figli nella realtà italiana.

La manifestazione è stata realizzata anche grazie al prezioso supporto di Poste Italiane, alle quali va il ringraziamento più sentito.

Clicca qui per vedere alcune foto dell'evento.